Solo cinque minuti

[…] Prendetevi anche solo cinque minuti al giorno. Allontanatevi da tutto questo caos, ascoltate il vostro cuore e rifugiatevi nel posto per voi più sicuro. Ascoltate il silenzio che vi circonda dimenticando tutto il resto, solo per quest’istante. Lasciate cadere tutte le barriere che col tempo avete costruito. Siate sinceri, almeno in questi cinque minuti. Guardatevi allo specchio e se non vi piacete va bene lo stesso. Avete l’occasione di migliorare. Ma se scappate lasciando che sia la paura a dominarvi non troverete altro che una sconfitta, anche se momentanea. Perché sta solo a voi decidere che tipo di persona essere. […]

Soldato

Anche l’ultimo caricatore è finito. Devo ucciderne il più possibile, devo tornare da loro.
Uno sparo dopo l’altro, un proiettile e del sangue. Teste perforate e cuori che smettono di battere.
Decidiamo di conquistare una posizione strategica della struttura. Ci copriamo le spalle l’uno all’altro. Siamo rimasti in quattro, eravamo venti. -Quanto siamo strani noi umani. Basta un attimo e l’uomo che hai davanti cade a terra, inerme e privo di quella cosa chiamata vita.-